PERCHE’ NON E’ NECESSARIO STRAFARE PER ESSERE AMATA E COME PUOI CONTRASTARE QUESTA ABITUDINE

Ci risiamo. Nella tua testa senti di nuovo quella voce: “Tu non vai bene, non sei abbastanza, Tizia è molto meglio di te”.
E subito ti scatta quell’irrefrenabile tendenza a metterti in moto, a fare di più, dimostrare di più….
“Così – ti dici – magari mi vedrà, magari si accorgerà di me, e mi darà finalmente il suo amore e la sua presenza”.
Riattivi in questo modo il tuo vecchio schema, l’unico schema che funzionava nella tua famiglia, per ottenere qualche briciola d’amore.
Prenderti cura dell’altro. Metterti da parte. Essere abbastanza brava.
OVVERO STRAFARE.
Che poi abbastanza non sarà mai, e l’altro non ti apprezzerà come speri.
Da questa tua frustrazione, non potrà che instaurarsi un circolo vizioso: ti colpevolizzerai e penserai che dipende da te, che non hai dato il massimo, che potevi e dovevi fare di più.
E ti sentirai ancora peggio di prima.
Risultato: autostima sotto i tacchi, rabbia per il mancato riconoscimento e un sacco di energie spese per nulla.
Alla fine verrà confermata la tua convinzione di non valere nulla, perché l’altro non ti avrà dato quel riconoscimento che tanto aneli.
Quante volte ti sei trasformata in una cuoca capace di sfornare una cena stellata, gli hai risolto problemi pratici, tirato a lucido la casa, o prestato dei soldi?
Quante volte hai ascoltato per ore tutte le sue fisime, senza che il focus venisse mai spostato su di te, oppure ti sei impegnata a fare acrobazie sotto le coperte per tenertelo stretto?
Quante volte ti sei ossessionata rispetto al tuo aspetto fisico, solo per sentirti finalmente alla sua altezza?
Quante energie hai speso nel fare tutto questo? E quanto poi si è rivelato tutto inutile?
ROMPI QUESTO SCHEMA: Quando il tuo partner non ti dà le giuste attenzioni e il giusto riconoscimento, e tu ne soffri, non soffocare quel dolore con un’azione, ma impara a FERMARTI, a fargli spazio e ad accettarlo.
Invece che trasformati in Wonder Woman, nel tentativo disperato di attirare la sua attenzione, FERMATI e domandati: “Come mi fa sentire questo suo comportamento?”. “Che emozioni provo io adesso?”.
Poi prendi un foglio bianco e scrivi a ruota libera tutto quello che ti passa per la testa: quello che pensi, ma soprattutto quello che senti e dove esattamente lo senti nel corpo (per es: sento il cuore a mille, sento un macigno sullo stomaco, sento un’oppressione al petto…).
Poi fai 3 profondi e lenti respiri, e ripeti ad alta voce, con tutto l’amore che puoi: SONO ABBASTANZA, SONO OK. POSSO SMETTERE DI FARE.
Potrai ripeterti questo “mantra” tutte le volte che contatterai questo disagio, tutte le volte che starai per darti da fare, nel tentativo di essere amata.
P.S.: Io ero una di quelle che si faceva in quattro per sentirsi ok, cercavo sempre di strafare, fin dal primo appuntamento: mi stressavo tantissimo e perdevo tutta la naturalezza e la spontaneità.
Attraverso lo studio approfondito di queste tematiche ed il lavoro su di me, mi sono trasformata in una donna consapevole, che non fa nulla per impressionare, ma semplicemente si manifesta nella sua autenticità.
Perché oggi so, che non potrà mai essere qualcuno dall’esterno a determinare ciò che valgo.
Se anche a te interessa ottenere questo tipo di cambiamento, puoi candidarti per il mio percorso trasformativo, “12SettimanexAmartiedEssereAmata”. Scrivimi per prenotare una chiamata di svolta gratuita di 30 minuti!